Vai al contenuto

MICHELE BENETELLO

Michele Benetello, trevigiano nato nell’anno in cui i Beatles si esibirono al Vigorelli, divide la sua vita fra libri e musica mantenendosi con un lavoro da colletto bianco che mal si coniuga con la sua indole schiva e dissacrante. Ha militato per dieci anni nei Templebeat, gruppo che negli anni Novanta acquisì notevole rilevanza in tutta Europa (MTV, Videomusic, Rai, Popkomm Festival). Successivamente si è dedicato alla scrittura collaborando con riviste musicali (Dynamo, Il Mucchio Selvaggio e Mucchio Extra) e alcuni blog (Sniffin’ Glucose, la Linea Mason-Dixon) sviluppando parallelamente l’attività di dj e remixer con alcune uscite internazionali (Zè Records e Echo Beach tra le altre).
Accumula vinile e ha una collezione di calzini da far invidia a un dandy.
Maida Vale è il suo primo romanzo.

MAIDA VALE

Chi non vorrebbe avere una seconda possibilità con il “Grande Amore”? Succede al personaggio principale di Maida Vale quando in maniera fortuita ritrova dentro un autogrill Elisa, la donna che otto anni prima era fuggita nel nulla durante la loro relazione. Arrivato alla mezza età, il protagonista conduce un’esistenza monotona e solitaria barcamenandosi tra lezioni di yoga, lunghe sere davanti allo stereo in compagnia del frigo vuoto e un lavoro mediocre da impiegato dell’ASL divertente come l’elenco delle clausole di una assicurazione. Due soli cardini a puntellargli la vita: un ristretto ed eterogeneo gruppo di amici sin dai tempi delle scuole elementari e una insana passione per le canzoni e la musica pop.
Ambientata in una città immaginaria del Nordest, magistralmente descritta …