Vai al contenuto
28.05.2022

FRANCESCA VIOLI

Francesca Violi nasce a Reggio Emilia nel 1973 e vive in provincia di Treviso.
Prima di dedicarsi alla scrittura si è laureata in architettura al Politecnico di Milano collaborando poi con diversi professionisti, tra cui Stefano Boeri; si è occupata di architettura, design e allestimenti.
La sua raccolta di racconti “Un anno a Casale Nuovo” è uscita sulla rivista “Fernandel” nel 2010.
“L’abbaglio”è il suo secondo romanzo. Il primo, “Sulla riva”, è stato pubblicato nel 2020. Entrambi editi da Elliot.

http://www.fravioli.it

L’ ABBAGLIO

Melissa lavora all’asilo nel bosco della Fonte, centro olistico fondato da Veronica, sua maestra e modello. Il carisma della donna ha spinto Melissa a sposarne la visione del mondo, tanto che quando il padre si ammala di cancro lo convince ad affidarsi alle cure di un medico alternativo. Ma il padre muore. Melissa prova a negare la realtà finché è costretta ad ammettere il tragico abbaglio di cui è stata vittima, ed è  travolta dalla colpa, dal crollo dei valori in cui ha creduto, e soprattutto del tradimento di Veronica, che ritiene responsabile ultima. Da quel momento le sue azioni diventano mirate a una sottile quanto violenta vendetta, che trasforma il romanzo in un cupo noir dove carnefici e vittime sono ruoli che man mano si adattano ai vari personaggi, prigionieri di una storia di auto-inganni. Attraverso un abile gioco di specchi assistiamo ala metamorfosi della protagonista: da manipolata a manipolatrice, Melissa dovrà fare i conti con le proprie emozioni più oscure, che la porteranno a contemplare e abbracciare il male trovando sempre una giustificazione morale per le proprie azioni.